More

    I 5 migliori auricolari Bluetooth per smartphone

    La progressiva scomparsa del jack audio dai cosiddetti mobile devices (tablet e smartphone) è il segnale più evidente della tendenza corrente nel mercato degli auricolari: è da qualche anno ormai che gli auricolari Bluetooth per smartphone hanno conquistato una clientela sempre più vasta. I modelli disponibili sono sempre più numerosi, le fasce di prezzo si sono diversificate, la tecnologia è stata migliorata fino ad ottenere le prestazioni impressionanti di Air Pods 2 e le Huawei Freebud3 con cancellazione attiva del rumore. I modelli che abbiamo appena nominato, però, non sono esattamente tra i più economici. Conviene spendere tra i 150 e i 200 euro per un paio di cuffie Bluetooth? Tutto dipende dalle tue esigenze.

    Con questo articolo, oltre a proporti quelli che secondo noi sono i 5 migliori auricolari Bluetooth per smartphone, vogliamo anche fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno personaggi per fare l’acquisto con il miglior rapporto qualità-prezzo sulla base delle tue esigenze.

    Come scegliere i migliori auricolari Bluetooth?

    Per scegliere gli auricolari Bluetooth più adatti alle tue esigenze, devi tenere conto d i alcune caratteristiche oltre che del budget che hai a disposizione. Vediamo nel dettaglio quali sono queste caratteristiche:

    Design

    In questo caso, parlando di design non ci riferiamo solo all’aspetto estetico. Ognuno può pensare che un particolare modello sia più carino di un altro, ma quello che conta davvero quando si acquistano auricolari Bluetooth è l’ergonomia, il modo in cui l’auricolare si applica all’orecchio e rimane fermo nella sua posizione, qualunque siano i nostri movimenti. La principale distinzione che viene fatta è tra modelli in-ear, che non vengono inseriti in profondità nel canale uditivo ma solo appoggiati all’orecchio (lo stile dei primi Air Pods), e modelli in-ear canal, spesso forniti di gommino per essere inseriti nel canale uditivo. Mentre i primi sono generalmente più comodi, i secondi offrono un migliore isolamento dai rumori esterni.

    Autonomia

    L’autonomia è un parametro importante. Se hai bisogno di indossare gli auricolari per ore, senza possibilità di fermarti a ricaricarli durante l’intera giornata, allora modelli con custodia carica batterie incluse faranno al caso tuo, anche se costeranno sicuramente un po’ di più.

    Latenza

    L’impedenza è uno dei principali problemi degli auricolari Bluetooth e solo i modelli più costosi sono riescono a risolverlo in maniera efficiente. Il fenomeno dell’impedenza è un ritardo dell’audio rispetto alla riproduzione nel dispositivo di trasmissione. Mentre il fenomeno è insignificante quando si ascolta la musica, quando si guardano video l’immagine e l’audio possono non essere sincronizzati. Se il principale utilizzo che farai dei tuoi auricolari sarà telefonare e ascoltare musica, il fenomeno della l’arena non ti disturberà affatto; se invece hai l’abitudine di guardare video e film, allora dovrai spendere qualche euro in più sui tuoi auricolari Bluetooth.

    Funzioni

    Prima di acquistare i tuoi nuovi auricolari, controlla le funzioni fisici o touch posti sull’auricolare stesso. In genere è possibile rispondere alle telefonate e cambiare traccia con un semplice tocco, ma alcuni modelli consentono funzionalità più avanzate, come alzare/abbassare il volume, attivare l’assistente vocale, eccetera. Ancora una volta, sono le tue abitudini a determinare la tua scelta.

    Mpow Swift

    DISPONIBILE SU AMAZON https://amzn.to/3k9On88

    Partiamo con un modello super economico. É opinione condivisa che leMpow Swift siano i migliori auricolari Bluetooth economici (si parla di una fascia di prezzo estremamente bassa: tra i 20 e i 30 euro) in circolazione.

    Con un design in-ear canal e sono dotate di gommino, queste cuffie sono estremamente comode, adatte anche all’attività sportiva. Resistenti al sudore e forniti del kit di ferma auricolari che si adatta all’anatomia dell’orecchio, non avrai problemi ad indossare queste cuffie per ore.

    La qualità del suono è soddisfacente: la voce risulta priva di echi e distorsioni; l’ascolto della musica risulta piacevoli, anche se non sono di certo indicate per chi cerca una riproduzione di alta qualità con bassi performanti.

    Il principale “contro” di questi auricolari è il problema della latenza: con queste cuffie l’audio arriva in visibile ritardo rispetto al video. Tuttavia, dopo qualche minuto si smette di farci caso, per cui la fruizione di video/audio co questi auricolari non è impossibile.

    Gli Mpow Swift sono, infine, compatibili sia con Android che con sistemi operativi iOS (iPhone e iPod), il segnale wireless ha una portata di 10 metri (anche se durante l’ascolto della musica conviene restare entro i 3 metri) ed hanno un’autonomia di 5 ore. Considerando la fascia di prezzo nella quale rientrano, questi auricolari Bluetooth sono davvero imbattibili!

    Xiaomi Air Dots 2

    DISPONIBILE SU AMAZON https://amzn.to/31fN2nw

    Saliamo di prezzo, ma restiamo su una fascia media con gli auricolariXiaomi Air Dots 2. Xiaomi ha realizzato diversi modelli di auricolari Bluetooth, alcuni anche più economici di questi, ma gli Air Dots sono considerati i migliori.

    Il design in-ear è simile a quello dei popolari Air Pods, anche se più squadrato e più corto. Questi auricolari sono forniti del proprio case che funge anche da caricabatterie per cui la loro autonomia può essere estesa fino a 14 ore, mentre con una singola ricarica restano in funzione per circa 4 ore.

    Gli Air Dots 2 sfruttano la tecnologia Bluetooth 5.0 che garantisce una connessione stabile e una migliore qualità del suono. Questi auricolari hanno infatti una buona fedeltà acustica, con alti e bassi ben equilibrati. Anche in questo caso, se intendi ascoltare musica di qualità, questi non sono gli auricolari adatti alle tue esigenze, ma per questa fascia di prezzo (tra i 50 e i 65 euro), questi sono l’opzione migliore.

    Anche il fenomeno della latenza è gestito in maniera ottimale, con lag impercettibile che si nota solo facendo attenzione.

    Samsung Galaxy Buds +

    DISPONIBILE SU AMAZON https://amzn.to/319OKqg

    Passiamo ad una fascia di prezzo ancora più alta, ma comunque abbordabile: i Samsung Galaxy Buds + costano intorno ai 100 euro. Nonostante non appartengano alla fascia di prezzo più elevata hanno qualche caratteristiche davvero avanzata: dotati di due microfoni esterni ed uno interno, questi auricolari possono campionare ed escludere i rumori circostanti per far risultare la voce più chiara in chiamata; inoltre è presente una funzione “rumore ambientale” che consente di ascoltare il mondo esterno senza togliere le cuffie, amplificando i rumori con zero lag.

    La qualità in ascolto – sia in chiamata che per quanto riguarda la musica – è molto buona, ma non ai livelli di qualità elevata degli ultimi prossimi due livelli. Sono compatibili sia con Android e iOS ed hanno un’autonomia davvero impressionante.

    Possiamo dire che l’autonomia è il vero punto di forza di questi auricolari: grazie alla custodia che ricarica le cuffie mentre le custodisce, questi auricolari possono raggiungere una autonomia di 22 ore!

    Anche i controlli touch sono davvero avanzati e rendono questi auricolari perfetti per lo sport: è possibile infatti mettere in pausa/play la riproduzione, cambiare traccia sia in avanti che indietro, e personalizzare ulteriormente i comandi, con dei semplici tocchi direttamente sugli auricolari.

    Huawei Freebuds 3

    DISPONIBILE SU AMAZON https://amzn.to/3fCeyR8

    Concludiamo la nostra lista con due modelli di fascia alta. I primi sono i Huawei Free Buds3 che costano intorno ai 130 euro, e sono be più economici degli Air Pods 2.

    Il design degli auricolari Huawei è in-ear e ricorda molto quelli dei primi Air Pods. La custodia ha un design del tutto diverso, di forma circolare e più ingombrante rispetto al rivale della Apple. Nonostante siano considerati i principali rivali di Air Pods, i Huawei Free Buds 3 sono compatibili sia con Android che con iOS.

    La qualità del suono sia in chiamata che durante l’ascolto della musica è ottima. L’autonomia molto buona anche grazie al case di ricarica. Ma quello che distingue questi auricolari dai modelli di cui abbiamo parlato sinora è la funzione di cancellazione attiva del rumore. Questa tecnologia funziona sovrapponendo a un suono non voluto un suono specificatamente progettato per eliminare il primo. Si tratta di una tecnologia estremamente complessa che la rivale di Apple fa pagare quasi 100 euro di più.

    Per gli amanti della musica che cercano un ascolto di qualità, questi auricolari sono sicuramente una delle opzioni migliori.

    Air Pods 2

    DISPONIBILE SU AMAZON https://amzn.to/2DE2qSA

    Lo diciamo subito, gliAir Pods 2costano tanto, ma niente batte la qualità di questi auricolari quando accoppiati ad un altro dispositivo Apple. L’azienda di Cupertino ha reso tutto facile e immediato: basta aprire il case per connettere le cuffie allo smartphone, toglierle per mettere in pausa un brano, rimetterle per continuare ad ascoltare…

    La qualità del suono è ottima, sia in chiamata che durante l’ascolto della musica. Il lag durante la fruizione dei video (il ritardo dell’audio rispetto all’immagine) è inesistente.

    Anche le Air Pods 2 inoltre hanno la funzione di cancellazione attiva del rumore per garantire isolamento dall’ambiente circostante.

    Non tutti lo sanno, ma gli Air Pods 2 (come quelle della generazione precedente) sono compatibili anche con Android, Windows e qualsiasi altro dispositivo dotato di tecnologia Bluetooth. La qualità e stabilità della connessione e dell’audio, però, non è di certo la stessa di quando il suono è trasmesso da un altro dispositivo Apple. Per cui l’acquisto di auricolari tanto costosi ha senso solo se si possiede un iPhone, altrimenti la qualità del suono sarà pari a quella che può offrire il concorrente di Huawei – allora forse vale la pena risparmiare quei 100 euro di differenza nel prezzo.

    – Marco Laconca –

    Ultimi articoli

    I 5 migliori auricolari Bluetooth per smartphone

    La progressiva scomparsa del jack audio dai cosiddetti mobile devices (tablet e smartphone) è il segnale più evidente della tendenza corrente nel...

    I migliori 5 droni del 2020

    Per riprese aeree di alta qualità, necessarie per scopi lavorativi, possono essere necessari dei droni professionali. Un drone professionale è sempre una...

    Migliori Smart TV Sotto i 500 euro

    Vi siete mai chiesti se esistano TV buone con applicazioni smart al di sotto dei 500 euro? Scarpe, vestiti, smartphone, e tanto...

    I 5 migliori smartphone Xiaomi del 2020

    Se conoscete un po’ il mondo smartphone, ne avrete sentito certamente parlare. Xiaomi è un brand cinese, che nell’ultimo periodo sta conquistando...
    42,3k Follower
    Segui
    Articolo precedenteI migliori 5 droni del 2020

    Ti potrebbe interessare

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui